E quindi uscimmo a riveder le stelle

Corso Varisco

Da sempre l’uomo cerca nel cielo un segno di speranza, di senso o di gratitudine. Lo stupore davanti alla volta celeste fece muovere i Re Magi alla ricerca di un nuovo Re, spinse Galileo a puntare un cannocchiale verso il cielo e ispirò filosofi, poeti e musicisti a scrivere versi o musiche celesti. Il corso di formazione intende fornire ai partecipanti alcune basi di astronomia partendo da quelle di Dante fino a quelle moderne e di familiarizzarsi con il cielo e i suoi significati. 

Relatore: Giovanni Pellegri, responsabile de L’ideatorio

Altri corsi di formazione Varisco:
Pensare con le mani
Scopriamo l'olfatto

Pubblico, Corso